Il processo di armonizzazione contabile ed il ruolo dei principi contabili internazionali IAS/IFRS

L’armonizzazione contabile, in una prospettiva internazionale, rappresenta uno degli aspetti di questo processo: essa si propone di superare, o quanto meno di limitare, le differenze esistenti nei principi di redazione e nei criteri di valutazione del bilancio. Affinché le informazioni di bilancio possano essere uno degli elementi a supporto degli user per l’assunzione di decisioni economiche in una prospettiva internazionale è necessario che le medesime siano intellegibili ai possibili destinatari, indipendentemente dal Paese di appartenenza.

Il modello di financial report internazionale trova fondamento nel quadro sistematico per la preparazione e la presentazione del bilancio (framework). Il framework, approvato nel 1989 dall’allora International Accounting Standard Committe (IASC) e recepito nel 2001 dallo International Accounting Standard Board (IASB) rappresenta l’elemento cardine del bilancio redatto secondo i principi contabili IAS/IFRS. Esso definisce gli obiettivi dell’informativa di bilancio, illustra le caratteristiche fondamentali del financial report, fornisce le definizioni di attività, passività e patrimonio netto, di costo e di ricavo, specificando altresì i principi generali che devono presiedere alla loro rilevazione.

certificazione valutazione economica asset beni intangibili

CEB ha sviluppato il processo di certificazione del valore economico-finanziario dei beni intangibili (Fair Value), affinché i beni immateriali, che secondo lo IAS 38 rispondono a quelle attività non monetarie, identificabili e prive di sostanza fisica (a differenza del principio contabile nazionale n. 24 che comprende, tra le immobilizzazioni immateriali anche gli oneri pluriennali, es. costi impianto ed ampliamento, costi pubblicità, ecc.), possano diventare una voce del patrimonio netto e, quindi, denaro di proprietà aziendale; ciò, nel rispetto nel rispetto del principio di uguaglianza di tutti gli operatori economici che operano sul mercato.

L’importanza di questo principio è stata ribadita anche nel recente documento conclusivo dell’ultimo G-20 (concluso il primo dicembre a Buenos Aires, in Argentina, presenti i vertici dei capi di Stato e di governo, dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali dei Paesi membri del G20, il gruppo che riunisce i 19 Stati più industrializzati al mondo più l’Unione Europea).

certificazione valutazione economica asset beni intangibili
certificazione valutazione economica asset beni intangibili

La Certificazione

L’idea che certifica le idee. La vera fonte di energia per un nuovo e vincente schema operativo industriale.

certificazione valutazione economica asset beni intangibili funzionamento

Perché certificare

Le ragioni ed il valore aggiunto della certificazione economico-finanziaria dei beni intangibili.

certificazione valutazione economica asset beni intangibili

Verifica

La certificazione può essere semplicemente verificata online nei suoi termini di rilascio e validità.

Web Agency:

Best  Marketing e Comunicazione